Collaborative Web Development – Adam Scott

Collaborative Web Development è un ebook liberamente ottenibile al seguente LINK.

L’ebook è molto breve (40 pagine circa) ma mette in luce splendidamente quattro aspetti principali dello sviluppo web con team, ai giorni nostri. I quattro capitoli riguardano: qualità del codice, Open Source, documentazione e rispetto nel team.

Nella prima parte si tratta in maniera sintetica ma illuminante aspetti quali l’importanza degli standard nel codice -intesa sia come standard condivisi dalle comunità che standard intra-team, l’importanza di strumenti di version control, e uno splendido capitolo sulla code review. Un breve focus sull’aspetto fondamentale del testing nel ciclo vita del codice  completa il capitolo.

I capitolo su Open source e documentazione mettono in luce aspetti fondamentali quando si lavora con strumenti e piattaforme per il web: il concetto è che il nostro codice dev’essere quanto più possibile accessibile e ‘welcoming’ (accogliente) per garantire un accesso quanto più vasto e un contributo importante dalle comunità di sviluppo Open Source. La documentazione è importante anche per codice ‘chiuso’ e condiviso solo all’interno delle aziende, sebbene ormai sia in pratica impossibile sviluppare prodotti che non utilizzino librerie e/o strumenti Open.

Un capitolo introduttivo sull’etica del web development viene ripreso come concetti dal capitolo finale sul ‘rispetto’, inteso sia all’interno del team sia verso la comunità di sviluppatori che per l’utente finale.

Ogni capitolo è breve ma mette in luce aspetti che si ritrovano nello sviluppo di tutti i giorni. Il libro è scritto da uno sviluppatore esperto, per sviluppatori. La lettura scorre velocissima, ed è fondamentale per questo soffermarsi e approfondire i capitoli che presentano per noi più interesse e possibili lacune, tramite i numerosi link ad approfondimenti, disseminati qua e là alla fine di ogni concetto esposto.

Questo libro è la dimostrazione concreta che la cultura e gli strumenti per crescere nel nostro campo sono spesso a costo zero e si trovano online, con un pò di ricerca; e che è molto più incisivo un approccio con consigli e concetti che vengono dall’esperienza piuttosto che da studi teorici basati su lavori accademici, spesso datati e obsoleti. Il mondo dell’informatica è ormai talmente in rapido sviluppo che soltanto le fonti digitali possono davvero stare al passo ai cambiamenti, e proporre contenuti aggiornati e davvero utili.

Precedente Refactoring - Martin Fowler Successivo Clean Architecture - Robert C. Martin